Abbiamo chiesto alla dott.ssa Bianca Bernardini, specialista in dermatologia degli ambulatori della LILT di Padova, di parlarci della prevenzione del melanoma durante i mesi estivi.

Leggendo questi consigli, scoprirete che utilizzare la protezione solare non è tutto, ma va preso il prodotto giusto e usato correttamente.

• Quando si acquista una crema protettiva a cosa bisogna prestare attenzione?

Innanzitutto i filtri solari è preferibile acquistarli in farmacia, dove un farmacista può indicarvi quale filtro è più adatto al vostro fototipo. Se hai una pelle chiara sarà necessaria una protezione alta, se invece la pelle è più olivastra potrebbe bastare un filtro solare più basso, ma è sempre meglio chiedere consiglio al vostro dermatologo di fiducia o al farmacista.
Inoltre i prodotti commercializzati tramite le farmacie, non solo sono più stabili perdendo la loro efficacia più lentamente, hanno anche degli ingredienti che difficilmente danno reazioni allergiche o di ipersensibilità al componente.
Rispetto al formato invece, vanno bene sia gli spray che le lozioni, o qualsiasi formato preferiate. Forse è più facile usare la crema perché è più facile essere sicuri di metterne a sufficienza, infatti la dose consigliata è di due milligrammi per centimetro quadrato di pelle. Per essere certi di aver rispettato il quantitativo consigliato, dobbiamo metterci 5-6 secondi a spalmarla. (in una zona grande quanto circa?),

CONSIGLI ESTIVI PER PREVENIRE IL MELANOMA

• Con che frequenza va usata la crema solare e dove? Gli oli abbronzanti possono essere usati?

La frequenza dipende dal tipo di solare utilizzato, ce ne sono alcuni che possono arrivare anche a 4 o 6 ore di fotostabilità (capacità chimico-fisica del solare di mantenere nel tempo le sue caratteristiche chimico fisiche ma anche le prestazioni in termini di protezione solare), quindi se non si suda eccessivamente o non si entra in acqua, anche ogni 4 ore. Se invece si suda molto o ci si immerge in acqua, il solare va applicato ogni volta che viene “lavato via”.
La protezione solare deve essere usata ogni volta che la pelle viene esposta al sole per tempi prolungati (riusciamo a dare un’indicazione di quanto tempo?), indipendentemente dal luogo: mare, montagna o città, se la pelle è esposta al sole va protetta.
Sarebbe meglio evitare gli oli abbronzanti, meglio l’assunzione di integratori orali per stimolare la melanina, che spesso hanno anche proprietà antiossidanti.

• Per chi leggerà i suoi consigli troppo tardi e si sarà già scottato, cosa consiglia? Come rimediare al danno?

Evitare di scottarsi è fondamentale, soprattutto per i bambini, ai quali va applicata sempre la protezione 50. Se però non si è stati abbastanza scrupolosi, per una scottatura lieve è sufficiente un prodotto lenitivo, invece per scottature più intense bisognerà usare una crema cortisonica.
Per chi si è scottato spesso in passato e continua a farlo, sarà fondamentale recarsi più frequentemente a fare delle visite di prevenzione del melanoma.